Patenti Nautiche e Distanze di Navigazioni


Per la Patente Nautica e per le dotazioni di sicurezza, vige il principio della navigazione in relazione alla distanza dalla costa, cioè il tipo di Patente da possedere non è riferito all’abilitazione dell’unità sulla quale ci si trova, ma alla effettiva distanza in cui si va effettivamente a navigare, fermo restando che nessun mezzo a motore può essere condotto senza patente, anche se la distanza è inferiore ai 300 metri dalla costa, quando la potenza massima supera i 30 KW o 40,8 CV.

Pertanto è necessario essere in possesso della Patente per la navigazione effettivamente svolta, anche se la barca è abilitata per distanze maggiori.

In relazione alla distanza dalla costa, le patenti sono di tre tipi:

     Entro 12 miglia dalla costa;
     Senza alcun limite;
     Per navi da diporto.

Con le nuove normative non esiste più la distinzione delle unità da diporto in relazione al mezzo di propulsione. La Patente Nautica è unica e abilita al comando delle unità da diporto (fino a 24 metri) a vela, a vela con motore ausiliario e a motore.

A richiesta, la patente può essere limitata al solo comando di unità a motore entro dodici miglia dalla costa o senza limiti. Il programma teorico d’esame è differenziato tra il solo motore ed a vela che abilita anche al motore.

Il velista col solo esame pratico acquisisce entrambe le abilitazioni (vela e motore).Coloro che hanno conseguito la patente limitata (solo motore), possono estendere l’abilitazione anche alla navigazione a vela, sostenendo ad integrazione soltanto la prova pratica d’esame ex art. 30 del Regolamento al codice della nautica. Ciò vale sia per le patenti entro 12 miglia dalla costa che senza limiti.

Se, invece, si vorrà conseguire la patente superiore, cioè da entro 12 miglia a senza limiti, si dovrà sostenere un esame integrativo teorico sulle materie non comprese nel programma di esame della patente già conseguita.

Chi ha conseguito la patente per navi da diporto (unità superiori a 24 m.), può comandare anche le unità da diporto di lunghezza inferiore, a vela e a motore, comprese quelle a vela con motore ausiliario.

Per conseguire la patente per navi da diporto, è necessario il possesso, da almeno tre anni, dell’abilitazione alla navigazione senza alcun limite (a vela e a motore).

I possessori di “vecchie” Patenti Nautiche, che abilitano a navigare entro 6 miglia dalla costa, sia a motore che vela, possono comandare unità da diporto fino a 12 miglia senza dover espletare alcuna formalità amministrativa. Le vecchie patenti verranno sostituite in occasione della prima convalida.